mercoledì 9 settembre 2020

DPCM aggiornato e valido fino al 7 ottobre



 

Il decreto firmato a Palazzo Chigi e ora in Gazzetta Ufficiale conferma, di fatto, le regole di comportamento già previste: distanziamento di almeno un metro, igiene delle mani e obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi, ma anche all’aperto se la distanza minima non è garantita. Mascherina tassativa anche dalle 18 alle 6 del mattino nei cosiddetti “luoghi della movida”, ovvero quelli dove c’è rischio di assembramento.

Prosegue anche lo stop alle discoteche e il divieto di pubblico negli stadi.

E sul fronte turistico? Anche qui, il dpcm recepisce l’ordinanza di agosto del ministero della Salute: tampone obbligatorio per chi rientra dai Paesi considerati a rischio (Spagna, Malta, Grecia e Croazia) e quarantena per chi arriva da Romania e Bulgaria. Confermato anche il divieto di ingresso dagli Stati inseriti nella black list: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana, Serbia, Montenegro e Kosovo.

Ma qualcosa è cambiato, un passo avanti è stato fatto nell’apertura delle frontiere. È consentito ora il ricongiungimento delle coppie a livello internazionale. Chi si trova all’estero ora potrà entrare in Italia per raggiungere «la persona con cui ha una stabile relazione affettiva, anche se non convivente». Fino ad oggi, è bene ricordarlo, l’ingresso e il transito nel territorio nazionale era consentito solamente per le seguenti ragioni: esigenze lavorative; assoluta urgenza; esigenze di salute; esigenze di studio; rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza.

Sul fronte dei trasporti locali, invece, è stato fissato all’80% il limite di riempimento di autobus, metropolitane e treni regionali. A patto che a bordo venga garantito il ricambio dell’aria.  

fonte. Agenzia di viaggi 

martedì 8 settembre 2020

“Regole chiare e comuni in Europa”

 Esce allo scoperto TourismManifesto, l’alleanza europea che raggruppa associazioni di categoria, operatori, compagnie aeree con un statement in cui chiede a gran voce che i governi nazionali approvino la proposta della Presidenza tedesca del Consiglio dell'Unione e concordino urgentemente restrizioni di viaggio armonizzate su tutta Europa.


È il cosiddetto sistema ‘a semaforo’, proposto dalla Commissione sul finire della scorsa settimana, che TourismManifesto arricchirebbe di ulteriori passaggi per semplificare i viaggi sia fuori dai confini Schengen sia all’interno della stessa area europea.

Una richiesta di cui TTG Italia si sta facendo portavoce a livello italiano con la campagna    #torniamoaviaggiare. L’alleanza europea del turismo chiede di stabilire criteri e soglie comuni per determinare il rischio epidemiologico, compreso un sistema comune di codifica a colori per identificare le aree a rischio.  Inoltre viene richiesto di attuare misure comuni da mettere in campo alla partenza e al ritorno dalle aree a rischio. Queste misure dovrebbero essere determinate con sufficiente dettaglio e basate su prove scientifiche “poiché – dice lo statement -non vi è alcun motivo per limitare i viaggi a interi Paesi se sono interessate solo determinate regioni. 

Stop alle quarantene Fra le misure comuni da mettere in campo, TourismManifesto sottolinea la necessità sostituire la quarantena con test e tracciamento, nonchè la necessità di evitare restrizioni generali alla libera circolazione con l'attuazione di misure più mirate e di portata geografica limitata.Inoltre si chiede di evitare di imporre restrizioni di viaggio ai passeggeri in transito, concordare regole comuni per la richiesta di risultati negativi del test Covid-19 prima del viaggio, ove necessario, garantire l'interoperabilità delle app di localizzazione dei contatti nell'Ue e l'armonizzazione dei moduli di localizzazione dei passeggeri basati su standard internazionali.  Infine, secondo TourismManifesto si deve seguire un processo comune strutturato e trasparente per pubblicare informazioni chiare, complete e tempestive su eventuali restrizioni di viaggio laddove necessarie. Le informazioni dovrebbero essere rese disponibili anche sulla piattaforma web Re-open EU.

Fonte: TTG ITALIA 8 settembre 2020


giovedì 3 settembre 2020

Ritornano gli sciperi nel mondo dei trasporti

 

Dopo il lungo periodo di sospensione dovuto al lockdown il mondo dei trasporti torna a far sentire la sua voce con una nuova ondata di scioperi che interesseranno il comparto durante tutto questo mese appena incominciato.  

La prima giornata di forti disagi si avrà mercoledì 16 settembre, quando il personale dell’Enac incrocerà le braccia in uno sciopero nazionale che si protrarrà per l’intera giornata. Il motivo? L’opposizione alla trasformazione dell’Enac in Ente pubblico economico, contro il tentativo di privatizzare l’unica autorità pubblica dell’aviazione civile in Italia.

Le iniziative dei sindacati

“Allo sciopero - spiegano i sindacati - saranno affiancate altre iniziative di mobilitazione e di informazione finalizzate a sensibilizzare le forze politiche, a partire dai Gruppi parlamentari, e la cittadinanza in merito alle conseguenze che la trasformazione in Epe potrebbe comportare per il trasporto aereo in Italia e la sicurezza dello stesso”.

Il 25 settembre è invece previsto uno sciopero nazionale di 24 ore del settore aereo, indetto dalla Confederazione Unitaria di Base, che riguarderà tutti i lavoratori del comparto aereo, aeroportuale e indotto aeroporti. Lo stesso giorno incrocerà le braccia per 4 ore, dalle 13 alle 17, anche il personale di Alitalia Sai e Alitalia Cityliner.

Anticipazioni di ottobre

Disagi e cancellazioni di collegamenti anche il prossimo 22 ottobre, giornata per la quale è stata indetta un’altra astensione dal lavoro di 24 ore che interesserà il settore aereo, ma anche i treni, i traghetti, le autostrade e i mezzi pubblici.

Mezzi pubblici fermi per 4 ore anche il 14 settembre, in uno sciopero che vedrà coinvolte varie città italiane tra cui Catania, Torino, Bologna, Ferrara, Napoli, Caserta, Ravenna, Modena e Reggio Emilia.

Infine il 23 ottobre il personale Enav di Roma Ciampino e Milano Linate si fermerà per 4 ore, dalle 13 alle 17.

Tutte le date delle prossime astensioni sono pubblicati sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

fonte. TTGITALIA 3 settembre 2020

lunedì 31 agosto 2020

Dalla prenotazione al ritiro bagagli: le 10 regole per volare sicuri


Lonely Planet 
ha chiesto a William Greenough III, professore di medicina alla Johns Hopkins University, quali sono gli accorgimenti da adottare per ridurre l’esposizione al virus durante gli spostamenti in aereo. Premesso che per Greenough "I rischi maggiori sono entrare e uscire dall'aeroporto, non nella cabina dell'aereo stesso”, ecco 10 precauzioni da prendere.

Innanzitutto, prenotare con una compagnia aerea che abbia elevati protocolli di sicurezza e scegliere le tratte meno affollate, di solito la mattina presto o la sera tardi.

Eseguire il test Covid-19, recarsi all’aeroporto in auto, indossare sempre la mascherina e seguire le nuove disposizioni ai controlli di sicurezza. Eventualmente munirsi di sacchetti di plastica trasparente dove depositare gli oggetti personali.

E ancora, munirsi di gel disinfettante, salviette, fazzoletti, bottiglie d’acqua e cuscino o coperta leggeri se non forniti dalla compagnia.
Una volta a bordo, cercare di limitare il contatto con gli altri passeggeri, evitare il contatto con le superfici e disinfettarsi spesso le mani; al controllo passaporti e al ritiro bagagli mantenere le distanze.
Infine, se si hanno sintomi da Covid-19, rimanere a casa.

Fonte: Martina Tartaglino TTG ITALIA 31 agosto 2020



 

giovedì 27 agosto 2020

Crociere sul Nilo: la ripartenza prevista dal mese di ottobre


La meta che ognuno sogna di poter visitare, fin da bambino quando cominci a studiare la storia dell'Antico Egitto, i suoi misteri, la sua cultura, un mondo lontano e pieno di fascino...Ora sarà possibile riviverlo in diretta...


   " E' prevista per l'inizio di ottobre 2020 la ripartenza delle crociere sul Nilo. Lo comunica l'Ufficio del turismo egiziano all'interno del nuovo regolamentoper la ripresa del turismo culturale, appena reso noto dal Governo del Paese. Il nuovo regolamento, che sarà operativo dal prossimo 1 settembre, dà le linee guida per la ripartenza delle visite nei siti culturali dell’Egitto.

Per quanto riguarda le attività turistiche, si prevede che operino al 50% delle loro capacità totale.

Trasporti: Autobus, limousine e golf car per il trasporto dei turisti dovranno operare al 50% della capacità, lasciando un posto libero accanto a ciascun passeggero sull'autobus e nelle golf car, e con un massimo di due passeggeri in una limousine. Durante il viaggio i passeggeri e i conducenti sono tenuti a indossare sempre le mascherine. Verranno forniti disinfettanti e igienizzanti per le mani; prima e dopo ogni viaggio viene eseguita un'accurata pulizia, disinfezione e adeguata ventilazione.


I siti archeologici: Musei e siti riapriranno ai turisti a partire dal prossimo 1 settembre ma i gruppi turistici non dovranno superare le 25 unità. Le guide turistiche dovranno indossare mascherine e utilizzare apparecchiature audio all'interno dei musei. Anche i turisti dovranno indossare le mascherine, che devono essere fornite dagli organizzatori turistici. Prima di entrare nei siti sarà effettuata la misurazione della temperatura ai turisti e deve essere mantenuta la distanza di sicurezza di 1 metro fra le persone.

Per quanto riguarda i musei, è previsto un massimo di 100 visitatori l’ora, con l’eccezione del Museo Egizio di Tahrir, che può accogliere 200 visitatori l’ora, mentre nelle piramidi e nelle tombe è previsto un massimo di 10-15 visitatori a seconda della dimensione del sito."


Fonte: TTG ITALIA 27 agosto 2020

venerdì 31 luglio 2020

ville in sardegna


Mai come quest'anno abbiamo avuto richieste per prenotare Ville in Italia, nei giorni scorsi sembravano tutte esaurite fino a settembre, ora grazie al ns corrispondente siamo in grado di farvi nuove proposte, ecco alcune proposte, per i dettagli dovete contattarci in agenzia per veridifare disponibilità e prezzi:

VILLE IN SARDEGNA



Villa Malva
Sardegna - Aglientu


COSA AMERAI:
·         Dimora di nuova costruzione
·         Curato giardino con verdi prati
·         In zona panoramica

OPINIONI DEGLI OSPITI:
·         In un'oasi di silenzio e tranquillità, a breve distanza dal mare
·         Comfort di qualità
·         Accogliente patio attrezzato

ADATTO PER:
·         Una clientela desiderosa di vivere una vacanza all'insegna del relax, a due passi dalla spiaggia.


Villa Orchidea
Sardegna - Porto Cervo


COSA AMERAI:
·         Terrazze panoramiche attrezzate
·         Piscina
·         Giardino con prato all’inglese
·         Gli ambienti della villa

OPINIONI DEGLI OSPITI:
·         Ottima posizione per partire alla scoperta del Nord Sardegna
·         Ambienti ricercati e arredati con stile ed eleganza
·         Rilassante e bellissima piscina immersa in un curato giardino

ADATTO PER:
·         Un soggiorno esclusivo in Sardegna, in una villa di lusso con piscina privata a Porto Cervo, in località Cala di Volpe.


mercoledì 1 luglio 2020

Sardegna Esclusiva ; Calacuncheddi

                                       


CALA CUNCHEDDI Resort ****S

Capo Ceraso, Olbia

Care Amiche, cari Amici,

siamo lieti di annunciare che lo splendido CalaCuncheddi ha riaperto il 26 giugno nel pieno rispetto delle normative post-Covid, al fine di garantire comfort, salute e sicurezza agli ospiti e allo staff.

Con l’occasione, vi presentiamo i nuovi sconti Early Booking di CalaCuncheddi,
validi per soggiorni a partire dal 1 LUGLIO 2020:
    

uno Sconto del 15%
sui soggiorni dal 1° al 31 luglio compreso
prenotati entro il 15 Luglio 2020

uno Sconto del 10%

sui soggiorni dal 1 agosto al 4 settembre compreso
prenotati entro il 15 Luglio 2020

uno Sconto del 20%
sui soggiorni dal 5 settembre al 2 ottobre compreso
prenotati entro il 31 Luglio 2020

uno Sconto del 28%
sui soggiorni dal 3 ottobre al 24 ottobre 2020
prenotati entro il 31 Luglio 2020
Cancellation policy: cancellazione gratuita
entro 7 giorni dalla data di arrivo al Resort


Tariffe da scontare a partire da:
Euro 142 a persona al giorno in mezza pensione, camera vista giardino
Euro 163 a persona al giorno in mezza pensione, camera vista mare


I PUNTI DI FORZA di CalaCuncheddi:

Il mare a pochi passi
La spiaggia attrezzata nella baia “Li Cuncheddi” è raggiungibile a piedi in un minuto, senza bisogno di prendere alcun mezzo pubblico o privato.

Una spiaggia privata
CalaCuncheddi è dotato di una spiaggetta privata distante solo pochi passi, dedicata agli ospiti, in cui godere una vacanza lontani da tutto e da tutti.

In camera all’aperto
Tutte le camere sono dotate di balconi e terrazze dove godere, all’aperto e in totale tranquillità, di ogni servizio dell’hotel, dalla colazione alla cena, con la sola compagnia dei profumi del mare e del giardino.

I ristoranti sotto le stelle
I ristoranti di Cala Cuncheddi sono all’aperto, disposti su uno spazio molto ampio e arioso, circondati da una natura meravigliosa. Pranzare o cenare qui significa riscoprire la libertà di sentirsi le uniche persone al mondo.

Un immenso parco privato
Cala Cuncheddi è abbracciato da un bellissimo parco privato dove fioriscono ulivi secolari e piante autoctone. Basta una passeggiata nella natura incontaminata, accompagnati soltanto da profumi e colori, per respirare una nuova libertà.